The Freak Show: ovvero una domenica mattina in palestra

The Freak Show: ovvero una domenica mattina in palestra

La domenica mattina in palestra e’ una bella abitudine. Lo so che potrei restare a casa a dormire, ma tanto alle 9 sono sempre piu’ che sveglia, per cui ne approffitto e vado in palestra al corso delle 11.
Di solito il corso e’ composto da me, da un paio di sciure over 40, da un’esaltata del fitness che ha la mia eta’ ma sembra molto piu’ vecchia, e un’altra signora dall’eta’ indefinibile e un po’ sfigatella che si tiene sempre su questi occhiali alla ragionier Filini… per un totale di circa 5 o 6 persone al massimo.
Oggi, invece, gran pienone e, udite udite, anche una gnoc du village ci ha degnate della sua presenza e si e’ unita alla lezione.

 Insomma, la sala corsi era piuttosto piena. Io mi ero gia’ messa al mio posto, quando questa gnoc du village  arriva con la sua maxi borsa di Stella McCartney e si inizia a guardare intorno alla ricerca di un magico appendino, pronto ad accogliere la sua preziosissima borsa, cosi’ preziosa da non poter essere contenuta da un volgarissimo armadietto nei volgarissimi spogliatoi.
Non trovando nessun magico appendino, e’ andata fino alla postazione riservata all’istruttore e l’ha messa sulla sedia che di solito e’ riservata per borse e minchiate varie ma dell’ISTRUTTRICE e non per te, zoccola! Avrei voluto dirle, ma non l’ho fatto.
Per fortuna la gnoc si mette proprio vicino a me, e ancora una volta ho potuto dimostrare la mia teoria per cui piu’ si credono gnocche e si atteggiano e meno sono coordinate…Per cui, cazzo te la tiri e guardi male gli altri se poi non sai neanche coordinare gambe e braccia a fare uno step touch??
E cosi’ tra uno step touch e uno squat, mi sono soffermata un po’ a guardare anche le altre e cazzo, non l’avessi mai fatto…sembrava di stare dentro al Rocky Horror Picture Show, quando ballano il Time Warp, solo senza la stessa coordinazione…

It’s just a jump to the left.
Put your hands on your hips.
You bring your knees in tight.
But it’s the pelvic thrust
That really drives you insane.
Let’s do the time-warp again.
Let’s do the time-warp again
.
Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *