Cinquanta sfumature di….ovvieta’

Cinquanta sfumature di….ovvieta’

Sottotitolo: Banality Fair

***SPOILER ALERT*** Attenti che rivelo subito il finale.

No, cioé voi ve lo sareste mai immaginato che poi questa trilogia finiva che loro si sposano e hanno figli?
Io sí, perché é la fiera della banalità, per cui….

Allora il libro inizia che loro sono già in luna di miele, e per fortuna ci vengono risparmiati tutti quei dettagli inutili sull’organizzazione del loro matrimonio da favola.
Lei fa quella che non si abituera’ mai ad essere ricca.

Certo, e noi dovremmo anche crederle? Cioé tu sei una donna, c’hai il marito miliardario e ‘na capatina da Chanel non ce la fai? La Vera Birkin non te la ordini in tutti i colori?
Ma limortacci, ma chi credi di prendere in giro Erika Leonard, eh?
E mandala ‘sta poraccia a fare acquisti da Hermès e da Chanel che é molto piú credibile che raccontare che lei si compra la cavigliera dai cinesi a 5-euri-5 perché questa é la vera lei.
Ma lèvate, và…

Comunque per il 90% del libro lei piange o singhiozza o alza gli occhi al cielo, mentre lui si passa le mani tra i capelli o si acciglia o si esaspera.
Il dialogo poi si evolve e passa da ‘Sei tutto per me’ che avevamo visto in Cinquanta Sfumature di Nero, a ‘Non ti lascero’ mai’, ‘No, IO non ti lascero’ mai’.

In ció che resta del libro, a lei capitano cose che voi umani… manco in una vita intera.
Tipo che si sposa, lui le compra una super mega casa, suo padre fa un incidente pseudo-mortale, sua cognata viene rapita e lei viene quasi ammazzata per salvarla senza dire niente a nessuno, e resta incinta.
Tutto questo nell’arco di 5 mesi circa, per dire. E io che credevo che essermi sposata l’anno scorso e aver comprato casa quest’anno facesse di me una gran donna.

Ah, comunque i miei sospetti erano fondati: ad avercela su con il Grey era nientepopodimenoche l’ex capo sporcaccione di Ana…Di nuovo mi ritrovo a dire: quelle surprise!

L’unica cosa che ho un po’ apprezzato é che lui riesca veramente a mettere le distanze con la sua stronza ex Elena. 
Io ho letto a Marito le scenate di Ana a Christian riguardanti il rapporto con la ex, nella speranza che lui capisse un mio punto di vista, ma niente, lui da quell’orecchio é sordo. Dev’essere proprio vero quel che si dice, che non ci sia peggior sordo di chi é sordo veramente.
E sí che lo sapevo quando l’ho sposato.

Vabbé chiudo parentesi.

Il momento in cui ho creduto che non ce l’avrei fatta a continuare il libro e’ quando la dottoressa ci annuncia che Ana e’ incinta.
La mia prima reazione e’ stata questa:

Poi ho continuato a leggere e a quel punto la mia reazione e’ diventata questa:

Anche da questo libro si evince come le Americane debbano avere seri problemi con la contracezione e l’educazione sessuale.
Che’ non lo sai che se trombi come un riccio e non usi precauzioni c’e’ davvero un’alta probabilita’ di rimanere incinta?
D’altronde non so proprio perche’ mi stupisco visto che l’America e’ la patria di programmi culto come ‘I didn’t know I was pregnant‘ e ‘Teen mom

In ogni caso, Chapeau alla Erika Leonard James e alla sua casa editrice perche’ staremo anche tutti qui a criticare la trilogia, dire che e’ banale, dire che non e’ erotismo, pero’ intanto i libri ce li siamo comprati e ne parliamo tutti incrementando comunque la curiosita’, la popolarita’ e le vendite.A lei va il merito di aver capito (e sfruttato) che alle donne, anche se non si guardano i carnacci come gli uomini, piace leggere racconti un po’ sporcaccioni  (gli Harmony non esistono da una vita solo per le loro belle trame, eh).
Magari se la prossima volta evita di copiare paro-paro da Twilight ricevera’ anche meno critiche.

Share:

13 Comments

  1. Chiarella 26 luglio 2012 / 15:45

    Si sposano??
    Fanno figli?!?

    Non ho parole.

    • La Ele 26 luglio 2012 / 22:43

      Guarda Chiarella, nun me fa parlá, che alla fine rileggendo la mia recensione sono stata anche troppo buona perché ce ne sarebbero da dire sulla banalità di questa trilogia!

  2. Gilda - Sweet Sweet Home 26 luglio 2012 / 6:59

    Mi sa tanto che anche io vivo in un altro mondo perchè non ho mai sentito parlare di questa autrice…eppure passo tanto tempo nelle librerie…sono una drogata di libri, leggo di tutto. Considerato la tua recensione che è pessima ed il fatto che io vado sempre contro credo proprio che eviterò di comprarlo. Un abbraccio

    • La Ele 26 luglio 2012 / 22:41

      Questa é l’ennesima trovata di marketing alla Twilight…non averne mai sentito parlare é solo meglio!

    • La Ele 25 luglio 2012 / 14:37

      Se vai al mare sembra un’epidemia, tutte sotto gli ombrelloni a leggersi ‘sta trilogia!

  3. Lucia Nava 25 luglio 2012 / 12:38

    E’ normale che io abbia scoperto questa trilogia dalla tua recensione? Ma dove vivo…

    • La Ele 25 luglio 2012 / 13:41

      Io l’ho scoperta l’ultima volta che sono andata ad Atlanta, perche’ in America hanno sempre un gran fiuto per le baggianate letterarie e le mie colleghe in particolar modo poi…

  4. Blackswan 25 luglio 2012 / 12:18

    ho iniziato il primo della trilogia e dopo circa 50 pagine ho lasciasto perdere!! è scritto malissimo ed è di una banalità sconcertante…

    • La Ele 25 luglio 2012 / 12:28

      mi trovi d’accordissimo…soprattutto perche’ si definisce un romanzo erotico, ma quando mai? Di erotico questi libri non c’hanno manco la copertina!

  5. WonderDida 25 luglio 2012 / 9:48

    Ma non si doveva parlare di sesso, in quel libro là?
    dopo questa splendida recensione penso che non ne comprerò nemmeno uno.
    bello, qui. ci torno, con calma

    • La Ele 25 luglio 2012 / 12:25

      Ah, di quello se ne parla, ma dopo un po’ ‘na noia…
      Io comunque ti aspetto, e se non passi di qui, passo sicuramente io da te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *