Christmas with the yours Easter what you want

Christmas with the yours Easter what you want
Non diceva cosi’ la canzone di Elio?
No, perche’ da noi, il ritornello e’ un po’ diverso suona un po’ piu’ tipo: Christmas with the yours Easter WITH THE YOURS.


 E non fraintendetemi, mi fa piacere riunire le nostre famiglie per un pranzo tutti insieme , pero’ mamma e suocera a casa mia in una botta unica mi fanno sentire un po’ sotto pressione.
Per cui niente, domani tour de force di pulizie e mi sono gia’ fatta un elenco di tutti quei punti della casa che io non considero mai, ma che le mamme notano sempre, come ad esempio:

  • bordini delle finestre (interni ed esterni)
  • gli angoli di tutti i soffitti di tutte le camere (ricerca ragnatele)
  • gli angoli di tutti i pavimenti di tutte le camera (ricerca di briciole e polvere sfuggite allo Swiffer)
  • il lampadario
  • la doccia
  • la polvere sotto il letto 
  • quelle mensoline sperdute del bagno  (si’, anche quelle piu’ in alto)
  • bordo dei battiscopa e delle prese elettriche
  • qualsiasi ripiano della cucina (anche quelli interni!)

A una mamma non puoi nascondere nulla, a due ancora meno, per cui non stupitevi se domani, incontrandomi per strada noterete un certo tremore alle mani e alla mia palpebra sinistra. E’ normale essere nervose, no?! NO?!



P.S.: ah, e Buona Pasqua in anticipo, caso mai non sopravvivessi all’ispezione di C.S.I.

Share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *